REQUISITI RKC

Requisiti per la certificazione a Istruttore (Certificazione RKC)
(Passibile di cambiamenti – in rosso le modifiche rispetto all’edizione 2011) (Trovi il testo originale su:
http://www.dragondoor.com/workshops/russian_kettlebell_challenge_certification_requirements/ )
L’RKC TM è un corso altamente impegnativo, mentalmente e fisicamente. Un 25-30% degli iscritti
generalmente non passa. Non prendete alla leggera la vostra preparazione
Per guadagnare il diploma di certificazione, i seguenti criteri dovranno essere rispettati:
1. Dimostrare una tecnica sicura ed efficiente negli esercizi fondamentali. *
2. Dimostrare una buona capacità di giudizio, specialmente in materia di sicurezza. 3. Dimostrare tenacia.
4. Dimostrare buone capacità d’ insegnamento.
5. Passare il test di trazioni/sospensione alla sbarra.
6. Passare lo snatch test praticato durante l’ultima giornata del corso.
7. Aderire al Codice di Condotta RKC.
* Tutti eseguiti nella variante ad un braccio: swing, get-up, clean, press, front squat, snatch.
I candidati RKC verranno testati solamente su di un lato (sx o dx) chi necessita invece di confermare la certificazione verrà testato su entrambi i lati. I test verranno effettuati con una kettlebell di peso pari a quella utilizzata nello “snatch test”.
Il diploma di istruttore verrà rilasciato solamente rispettando gli specifici requisiti elencati. Fallire in uno soltanto dei test non vi darà diritto al diploma, vi darà però diritto a poter partecipare ad un’altra certificazione, entro un anno, al costo di $500, per poter riaffrontare i test.
Nel caso in cui, fallendo uno dei requisiti, il vostro Team Leader dovesse giudicarvi comunque vicini al raggiungimento dell’obbiettivo, a discrezione potranno essere effettuati secondi tentativi che non renderanno necessaria la partecipazione ad un altro corso.
Se NON avete l’intenzione di utilizzare il diploma ai fini dell’insegnamento, potrete decidere di non effettuare i test. Riceverete in questo caso un attestato di partecipazione e non un diploma istruttori.
La prova di forza
Il test è basato sui requisiti del corpo dei Marines (US Marine Corps’). I candidati RKC dovranno effettuare 5 trazioni (presa prona o supina), le candidate dovranno invece mantenere una sospensione di 15 secondi, nella posizione più alta del movimento, a braccia flesse.
Trazioni (prone o supine)
(1) Per osservare il “lock out/bloccaggio” articolare del gomito, felpe e abbigliamento a maniche lunghe non sarà ammesso.
(2) Per arrivare alla barra sono ammesse forme di assistenza, come un rialzo, l’aiuto di un compagno o un salto. Non è invece ammessa alcuna forma di assistenza per iniziare la prima ripetizione.
(3) La barra per trazioni deve essere impugnata con entrambi i palmi delle mani in supinazione o pronazione, niente presa “mista”.
(4) La corretta posizione di partenza vede le braccia dell’aspirante completamente estese sotto la barra; piedi staccati dal pavimento o qualsiasi altra forma di assistenza, il corpo immobile.
(5) Le gambe dell’aspirante,possono essere flesse o tese ma mai sollevarsi a livello della vita.
(6) Partendo con le braccia tese, arrivare con il mento a sorpassare la barra e tornare poi nella posizione
di partenza a braccia tese. Questa verrà considerata una ripetizione.
(7) L’intento è di eseguire una trazione “a peso morto/dead hang”. Un minimo movimento inerziale
avverrà in ogni caso durante il movimento, però l’intenzione è quella di evitare nella maniera più totale movimenti a pendolo che facilitino l’esecuzione delle trazioni. Nessun movimento di kipping, nessun movimento con le gambe e nessun movimento con il resto del corpo che cerchi di aggiungere forza inerziale al corpo sarà autorizzato nell’ambito della prova, ne verrà ritenuto valido al completamento di una ripetizione.
(8) Solo ripetizioni eseguite precisamente e secondo le linee guida verranno contate. (9) Guanti, magnesite ed altri aiuti per la presa non sono ammessi.
Sospensione a braccia flesse nella posizione alta
L’obbiettivo della sospensione alla barra a braccia flesse è mantenere la posizione più alta di una trazione alla sbarra per almeno 15 secondi. Le procedure:
(1) Per arrivare alla barra sono ammesse forme di assistenza, come un rialzo, l’aiuto di un compagno o un salto.
(2) La barra per trazioni deve essere impugnata con entrambi i palmi delle mani in supinazione o pronazione, niente presa “mista”.
(3) Nella corretta posizione di partenza l’allievo avrà il mento mantenuto oltre la barra e non appoggiato alla stessa, braccia flesse a livello del gomito. In nessun momento dell’esecuzione della trattenuta statica l’aspirante potrà riposare il mento sulla barra.
(4) La durata della trattenuta verrà calcolata dalla fase di partenza al momento in cui l’aspirante non sarà più in grado di mantenere il mento oltre la barra.
(5) Guanti, magnesite ed altri aiuti per la presa non sono ammessi.
Regole per il “Kettlebell Snatch test”
I candidati dovranno indossare abiti che consentano agli esaminatori di osservare la completa estensione di gomiti e ginocchia. Pantaloncini e maglietta a maniche corte, idealmente.
Il candidato afferra la maniglia del kettlebell. Al comando dell’istruttore, partirà il cronometro, il candidato proietterà allora il kettlebell tra le gambe come in uno swing, per iniziare un movimento di snatch che terminerà in maniera fluida, verticalmente, sopra la testa con il gomito completamente esteso. (Qualsiasi aspirante istruttore che dovesse avere problemi clinici che non gli permettono di estendere completamente uno o entrambi i gomiti, è pregato di riportarlo con anticipo al proprio Team Leader. Una scarsa flessibilità NON è catalogabile come problema clinico).
Verranno contate soltanto le ripetizioni che termineranno con gomiti e ginocchia in completa estensione ed il kettlebell immobile mantenuto sopra la testa. In caso contrario l’esaminatore chiamerà un “No count” invalidando la ripetizione. Solo dopo il conteggio dell’istruttore il candidato potrà ripartire per la ripetizione successiva, utilizzando un movimento ininterrotto senza toccare il petto o le spalle con il kettlebell.
Le gambe non devono piegarsi durante la fase di ascesa del kettlebell.
Non è prevista limitazione per cambi di mano o back swings tra una ripetizione e l’altra.
Il candidato potrà, nel tempo a sua disposizione, appoggiare il kettlebell e riposare quanto desidera in termini di tempo e frequenza.
Una ripetizione verrà giudicata come “No count” nei seguenti casi:
• Ripartire con la ripetizione successiva senza aspettare il conteggio dell’esaminatore
• Non estendere completamente il gomito nella parte apicale dello snatch
• Distendere (“pressare”) il kettlebell per finire il movimento
• Piegare le ginocchia nella fase ascendente
• Non bloccare ordinatamente tutti i movimenti (kettlebell, corpo, piedi) nella fase di “lock out/bloccaggio”
• Toccare il petto o la spalla con il braccio utilizzato o il kettlebell nella fase di discesa. (In questo caso il “No count” verrà annunciato sulla ripetizione successiva. Ad esempio “Cinquanta…No count sulla precedente: cinquanta…)
• Appoggiare la mano libera sulle cosce o sulle ginocchia
Il test verrà terminato immediatamente nei seguenti casi:
• Tre casi di “No count”
• Toccare il kettlebell con la mano libera in qualsiasi momento del movimento. Questo è ammesso solo durante il “cambio mano”
• Lasciare andare il kettlebell prima di poggiarlo al suolo (lasciarlo quindi cadere anziché appoggiarlo)
L’esaminatore annuncerà il tempo passato dopo: 1,2,3,4 minuti. Il tempo verrà poi annunciato a 4′:30”, 4′:45”, 4′:55”.
La magnesite è concessa durante il test e potrà essere riapplicata durata della prova. Polsiere, cinture e guanti e supporti di altro genere non sono ammessi.
Requisiti per lo Snatch test
Conterà la somma degli snatch eseguiti con entrambe le braccia.
A seconda del sesso, dell’età e del peso, il numero di ripetizioni da completare, lo specifico intervallo di tempo e il peso del kettlebell da utilizzare sono quelli riportati in tabella:
Uomini classe Open fino a 60kg/132lbs
Uomini classe Open oltre 60kg/132lbs
Uomini classe Masters (50-64 anni)
Uomini classe Senior (65 anni e oltre)
Donne classe Open fino a 56kg/123.5lbs
Donne classe Open oltre 56kg/123.5lbs
Donne classe Masters (50-64 anni)
Donne classe Senior (65 anni e oltre)
KB: 20kg
KB: 24kg
KB: 20kg
KB: 20kg
KB: 12kg
KB: 16kg
KB: 12kg
KB: 12kg
100 rip./5min
100 rip./5min
100 rip./5min
50 rip./3min
100 rip./5min
100 rip./5min
100 rip./5min
50 rip./3min

Se non doveste passare il test durante la certificazione, vi sarà
primo tentativo. Potrete ritentare il test in presenza di un RKC con qualifica di Master, Senior o di un Team Leader presenti nella vostra zona di provenienza, oppure inviando un video della prova al vostro Team Leader.
Power to you!
Training consigliato per i candidati RKC
RKC TM è un corso difficile. Assicuratevi di aver fatto molti swings per resistere al ritmo impegnativo e faticoso del corso. Gli uomini devono essere in grado di effettuare comodamente il press con kettlebell da 24kg per set multipli di 5, le donne con kettlebell da 12kg.
I seguenti due articoli di Kristann Heintz, medico e RKC, e Mark Reifkind, Master RKC, vi insegneranno come prendervi cura della vostra pelle: http://www.dragondoor.com/workshops/rkc_skincare/.
Sviluppa la tua flessibilità:
 Nei muscoli posteriori della coscia, per assumere comodamente la posizione bassa del salto in piedi
o dello stacco da terra, con la schiena piatta.
 Nel flessori dell’anca, per finire comodamente i tuoi swing senza pendere indietro e senza piegare le
ginocchia.
 Nella parte alta della schiena e delle spalle, per sostenere comodamente due kettlebell sopra la
testa: spalle in giù, gomiti bloccati, collo neutro, i kettlebell che quasi si toccano, le braccia dietro le orecchie, la parte inferiore della schiena non iperestesa.
Queste abilità non sono prerequisiti essenziali per i vostri futuri studenti, potrete prendervi tempo per lavorarci su. Noi invece non abbiamo questo lusso in un corso di tre giorni. Siate preparati!
Esercizi
 Turkish get-up
raccomandati:
 Halos
 Squat faccia al muro
 Camminare con uno o due kettlebell saldi sopra la testa
 Military press con una inclinazione in avanti del busto non appena il kettlebell ha superato la testa
 Posizione yoga del downward dog (posizione delle flessioni a terra ma con il sedere in alto, le mani
distanziate quanto le spalle e i piedi un po’ più distanziati) o lenti e focalizzati hindu pushups (tenendo i gomiti bloccati, spostate il peso in avanti e abbassate il sedere; inarcatevi fino a che le braccia sono stese e sopportano gran parte del vostro peso; “allungate” la colonna vertebrale e guardate in alto)
 “Good morning stretching”
 Shoulder bridges
 Esercizi di stretching daStrength Stretching e Beyond Stretching: the Seminar
(http://www.dragondoor.com/shop-by-department/dvds/dv024/ http://www.dragondoor.com/dvs012/)
Leggere Enter the Kettlebell! (http://www.dragondoor.com/shop-by-department/books/b33/) è un prerequisito.
Il Codice di Condotta RKC
Il programma RKC non è solo un programma di certificazione per istruttori, ma una scuola di forza. Una scuola orgogliosa di ciò che rappresenta: il miglior standard per insegnamento, integrità e professionalità.
Sono un RKC quindi dovrò:
1. Rappresentare la mia scuola con onore nella mia vita professionale e personale.
2. Trattare le mie ‘vittime’ con rispetto e duro amore.
3. Portare la mia forza con modestia; ricordare che il mio lavoro è quello di insegnare, non di
impressionare.
4. Non oltrepassare i confini della mia esperienza e avere sempre l’umiltà per dire: “non lo so”.
5. Non smettere mai di migliorare le mie competenze di istruttore e di sviluppare la mia forza.
6. Comportarmi sempre come un vero signore, o signora, in pubblico, incluso su Internet. Mostrare
moderazione, il segno distintivo di un professionista.
Se dovessi violare il codice di RKC, il mio certificato potrà essere revocato.

passioneperlosport

SPORT COME PASSIONE E STILE DI VITA

Potrebbero interessarti anche...

Contattaci
Loading...